mercoledì 30 marzo 2016

immutabile ombra

L'IMMUTABILE di Walter de la Mare

Ecco le rose della sera,
la notte quieta in tenebre sospesa -
onde al galoppo volte a costellare
di luci vive a fonda collina -
e tu immota nel grembo della valle
nella tua quieta eterna meraviglia
in un sol grave sguardo chiudi tutto
quell'incanto di pace e di mistero.
La Bellezza celò il tuo corpo nudo,
sognò un tempo nei tuoi capelli accesi,
amabili e lontane.


OMBRA di Walter de la Mare

Se ne va pure il Bello della rosa
quando sfuma il suo fervido fulgore -
si allunga l'onda immobile sospesa
nella polvere, scende un tenebrore
che quel suo strano segno porta a casa.

Le bolle d'acqua effimere dipingono
sotto l'esile arco un'ombra evanescente
fino all'ultima stella il nembo ardente
dell'angolo in cornice fa brillare
il suo riflesso pallido e tremante.

La più amabile cosa della terra
ha un'ombra, una perenne oscura tinta
di morte che le infesta ogni respiro...
Ma chi potrà mai dire la Bellezza
dell'asfodelo dei cieli senz'ombra?

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie