giovedì 17 marzo 2016

di marzo


CORSE DI MARZO

Curvo attendo
come fronda a discese ventose
d’afose sponde ponti t’innalzo

su corse di marzo in carne
con in mano vanga pesante
un destino abbiam scavato

d’ombre ricolmo s’allunga
a mimose e spini sull’essere
già di fondi giorni voragine

nel vento d’attese vertigini
geme gitano un sogno vano.

G. Nigretti da Derive d'amore 2001/04

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie