sabato 1 marzo 2014

marzo

CORSE DI MARZO

Inclinato attendo –
come fronda a discese ventose
d’afose sponde ponti t’innalzo

in carne nelle corse di marzo
furiose quelle mani ci hanno
come vanga pesante scavato

un destino d’aria ricamato
immobile ombra ci annoda
a perle e spini l’anima

verso voragini giornate
ai venti di attese vertigini
gemiti un gitano sogno vano.

G. Nigretti da Derive d'amore 2001/04

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie