domenica 31 marzo 2013

parigi



PARÌ

Padana memoria
e bagaglio a mano
di maceria lontana
porta il viandante di latta
in parole tuttora di carta

d’ali infermo mi stendo
nell’andare molle del fiume
sotto la Torre di ferri e
sguardi e fiori verdi… curvi
di ghisa che non respirammo

nel cunicolo grembo
di bitumi e fragori
strabico vago
fra parvenze morbide
d’antico sguardo colme

e in questo stormire fermo
d’ombra innocua di derma
uguale a statua pallida
senza pena di carne e lama
m’avvolgo di Parì e dormo.


G. Nigretti da Derive urbane 2012/13

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie