venerdì 29 agosto 2014

slow

DA SUD A NORD di G. Ferraboschi 2014
(in tre no, ore 13,35)

L'amor(te)
è un Sole troppo forte:
il luogo del Sapere
delle cose troppo vere;

il luogo del Sapore
che nutre a tutte l'ore.

Ora voglio digiunare
per tornare a pensare,

ora voglio un poco d'Ombra
e tutto ciò che Sembra:
me ne torno a casa mia,
nel paese dell'Analogia.


DA NORD A SUD di G. Ferraboschi 2014
(andando al mattino)

C'è molto silenzio, qui a Nord.
Pallidi i lampioni (iersera)
nel vasto Prato illuminista.
La Grande Macchina funziona
nelle strade semideserte.

C'è bisogno di un Cuore nuovo.
Artificiale? Non so. Comunque
all'altezza delle veloci tecnologie:
Un Cuore slow, meridionale
per salire (non solo scendere)
le Scale.

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie