martedì 15 dicembre 2015

tacchi tuoi


LA NEBULA ATTORNO

S’aggirano pietosi nembi
a pallide volute indolenti
le ore nei sensi scolorano
come dal nulla quella rosa
sfiorita nel nulla t’involano

dalla finestra affranta d’amore
in un momento di solo vento
fra insonni colline d’argento
su vie curve di latteo incanto
un volto pallore molle appare

e nuda t’avveri nei nudi rilievi.

Lenta la notte ti sfuma la pelle
quando la nebula attorno fuma fanali
sbattono incerti i tacchi tuoi rosa lontano
il nero selciato freddo cocente delle stelle.

G. Nigretti da Derive eretiche 2009

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie