giovedì 8 marzo 2012

DONNE LONTANE

DONNE LONTANE


Ogni giorno perdo il tempo
dove cerco di raggiungermi
l’anima nei fogli s’arrotola
e sfugge
nei vostri sguardi fa desiderio
come di pagana follia a incanto d’eroi

e ti penso
e vi penso care donne lontane
a parole le sillabe mi baciate
a luna serale mi ammaliate
nel giardino della notte a delizie
di grembo non siete e declino
su le tue labbra di rosso rossetto
miraggi di un altro vano mattino
DUKHA Danza il dolore. KALAKSHETRA (Madras)
ripresa video di Nicola Licciardello

Nessun commento:

Posta un commento

i messaggi saranno visibili dopo la moderazione dell'amministratore. Grazie